Cronaca San Zeno / Corso Castelvecchio

Indagini sul furto al Museo di Castelvecchio: le evidenti falle nel sistema di sicurezza

Resta aperta la caccia ai tre rapinatori che il 19 novembre hanno rubato 17 opere d'arte dal museo veronese, ma il pm che indaga sul furto si sta concentrando anche sul fallace sistema di sorveglianza

I filmati della videosorveglianza del Museo di Castelvecchio hanno fornito nuovi indizi agli inquirenti che stanno indagando sul furto avvenuto il 19 novembre, ma c'è una questione che al pm Gennaro Ottaviano preme di capire: perchè nella sede di Sicuritalia a Treviso non si sono accorti che il sistema di allarme del museo veronese non era stato inserito come al solito?

Su L'Arena, il pm Ottaviano ha dichiarato: "Posso solo dire che abbiamo già sentito coloro che si occupano della sicurezza, una delle prime cose che sono state fatte il giorno dopo la rapina. È stata acquisita la documentazione relativa all'incarico affidato dal Comune di Verona a Securitalia, ci è stato fornito il contratto stipulato ma non il protocollo operativo. E per quel che ci risulta non esiste". Dunque, non sarebbe presente un protocollo operativo che imponga cosa fare in caso di mancato inserimento dell'allarme nel Museo di Castelvecchio. La procedura più semplice sarebbe fare una telefonata di verifica nel caso in cui la spia relativa al sistema installato nel Museo non si accenda, in quanto nella sede centrale dell'azienda che si occupa di sorveglianza è presente una sala di controllo collegata con tutti i sistemi anti-intrusione dei clienti. Se a tale telefonata, in cui si richiede una parola d'ordine, non c'è risposta, si dovrebbe inviare una macchina di servizio per controllare la situazione.

Ciò per il Museo di Castelvecchio non sarebbe stato previsto e la calma mantenuta dai rapinatori farebbe pensare che essi erano pienamente a conoscenza di tale falla nel sistema di sicurezza. L'Arena riporta che, secondo i primi dettagli emersi, la sede centrale di Treviso di Sicuritalia sarebbe stata avvisata del furto alle 21, direttamente dagli agenti della Volante giunti sul posto e allertati dalla cassiera, quando questa è riuscita a liberarsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini sul furto al Museo di Castelvecchio: le evidenti falle nel sistema di sicurezza

VeronaSera è in caricamento