Svaligiano un mobilificio e trovano il posto di blocco: un ladro in manette

Dopo il colpo messo a segno a Malavicina hanno cercato di speronare le gazzelle dei carabinieri, ma alla fine sono stati costretti ad abbandonare il furgone: l'autista è riuscito a fuggire a piedi, il complice invece no

Diverse pattuglie dei carabinieri veronesi sono state impegnate in un servizio finalizzato a prevenire il fenomeno dei furti ai danni di aziende e abitazioni, che ha portato i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Peschiera del Garda ad arrestare un pregiudicato di origini campane e a recuperare un ingente quantitativo di merce rubata in un mobilificio di Bonavicina.

Erano circa le 5 di lunedì mattina e l'uomo si trovava a bordo di un furgone Iveco guidato da un complice che, alla vista delle pattuglie di Legnago e Peschiera impegnate nel posto di blocco, non ha esitato nel cercare di speronarle. Nonostante la manovrà però, i due sono stati comunque inseguiti fino ad essere costretti ad abbandonare il mezzo con a bordo la refurtiva e a fuggire nell'oscurità dei campi vicini, ma mentre l'autista è riuscito a far perdere le proprie tracce, il complice è stato trovato ranicchiato nei pressi di un casale. 
A bordo del furgone sono stati rinvenuti oltre 600 chilogrammi di ottone lavorato e diversi mobili nuovi: il tutto è stato dunque restituito al proprietario ed il veicolo è stato sequestrato. 

L’arrestato dovrà rispondere dei reati di furto aggravato e di resistenza a pubblico ufficiale, per non essersi fermato all’alt ingaggiando un pericoloso inseguimento con le gazzelle dell’Arma. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

Torna su
VeronaSera è in caricamento