Cronaca Borgo Roma / Via Centro

Denunciato la sera prima, finisce in manette il mattino dopo per un altro furto

Lunedì il 60enne era stato denunciato per alcuni colpi messi a segno poco prima e martedì mattina è stato rintracciato dalle Volanti della Questura di Verona, dopo aver rubato due smartphone in un bar

Solamente lunedì era stato beccato intorno alle 18 dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona, dopo aver tentato di rubare un braccialetto in un negozio del centro commerciale Adigeo. Oltre all’oggetto appena sottratto, i poliziotti lo avevano trovato in possesso anche di una patente di guida risultata rubata pochi giorni prima e di due smartphone, di cui uno era stato sottratto poche ore prima alla titolare di una tabaccheria, approfittando di un suo momento di distrazione.
Ma né la denuncia per ricettazione e tentato furto aggravato, né la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, a cui era già sottoposto per episodi analoghi, lo hanno fatto desistere dal mettere a segno un altro colpo.

Così martedì, poco prima delle 10, il 60enne è tornato in azione, sempre con lo stesso modus operandi: è entrato in un bar di via Centro e, approfittando di un momento di distrazione del titolare, gli ha sottratto i due smartphone che teneva dietro al bancone, per poi uscire frettolosamente dal locale.
La vittima, avvedutasi subito del furto, ha contattato la centrale operativa della Questura di Verona, fornendo una descrizione dettagliata del presunto colpevole e indicando in tempo reale i suoi movimenti grazie alla geolocalizzazione del telefonino rubato.

È stato così che in pochi minuti gli agenti delle Volanti sono riusciti a individuare il ladro e a ritrovare il bottino, scoprendo che il malvivente era il 60enne italiano che appena la sera prima gli stessi due poliziotti avevano denunciato per tentato furto e ricettazione.
Per l’uomo, già gravato da una lunga serie di reati contro il patrimonio, questa volta sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato.

Mercoledì mattina, dopo la convalida dell’arresto e all’esito del rito direttissimo, il giudice ha disposto nei confronti del 60enne l’aggravamento della misura dell’obbligo di presentazione, passando da una a due volte la settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato la sera prima, finisce in manette il mattino dopo per un altro furto

VeronaSera è in caricamento