Ruba defibrillatore in stazione a Verona, 30enne arrestato e condannato

L'uomo è stato trovato in stato di ebrezza dagli agenti di polizia che gli hanno trovato l'oggetto rubato nel borsone

(Foto di repertorio)

Un trentenne nato e residente in Repubblica Ceca è stato arrestato ieri, 13 settembre, dalla polizia di Verona. Le iniziali del nome dell'arrestato sono J.L. ed è stato accusato di furto aggravato.

L’uomo è stato fermato in piena notte in Piazzale XXV Aprile, nei pressi dell'area di partenza e arrivo dei pullman di Atv. Gli agenti lo hanno trovato in evidente stato di ebrezza e lo hanno voluto controllare, trovando nel suo borsone un defibrillatore.
Le testimonianze raccolte e gli accertamenti effettuati dai poliziotti hanno consentito di appurare che, poco prima, l'uomo avrebbe danneggiato la colonnina dove il defibrillatore era stato custodito per asportare l'oggetto.

Il trentenne è stato portato in questura dove ha trascorso la notte. E questa mattina, è stato accompagnato in tribunale per il rito direttissimo. Il giudice ha convalidato l'arresto e J.L. è stato condannato a sei mesi di reclusione, con pena sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento