Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Cappello

Entra da Coin ed esce con 25 t-shirt da 1.300 euro senza pagarle: arrestato a Verona

Si tratta di un giovane 21 enne che all'incirca un anno fa era stato «già rimpatriato in Perù», ma successivamente era «rientrato irregolarmente in Italia qualche mese dopo»

La questura scaligera riferisce in una nota che, nella giornata di mercoledì 17 febbraio, gli agenti delle volanti hanno sequestrato una borsa schermata e un dispositivo per la rimozione dell’antitaccheggio ad un giovane, ritenuto resposabile del furto di capi d'abbigliamento per quasi 1.300 euro. Si tratta, secondo quanto riportato dalla polizia, di un 21 enne pregiudicato che sarebbe entrato ieri, intorno alle ore 14.20, presso il negozio Coin di via Cappello ed avrebbe quindi prelevato 25 "polo" mettendole nella borsa schermata per poi uscire senza pagare ed allontanarsi.

Il suo comportamento, tuttavia, non sarebbe passato inosservato e, anzi, avrebbe attirato l'attenzione dell'addetto alla vigilanza nel punto vendita. Quest'ultimo lo avrebbe infatti seguito all'esterno ed atteso quindi l'arrivo delle volanti della polizia. Giunti sul posto, i poliziotti spiegano di aver proceduto all’arresto per "furto aggravato" del giovane, un cittadino peruviano 21enne con precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio e che sarebbe anche «non in regola con le norme che disciplinano il soggiorno degli stranieri sul territorio nazionale».

Oltre ai capi di abbigliamento sottratti, gli agenti riferiscono infine di aver sequestrato all’interno della borsa del giovane anche un dispositivo per la rimozione delle placche antitaccheggio. Secondo quanto riportato nella nota della questura scaligera, a seguito di un un approfondito controllo, gli operatori hanno inoltre appurato chel'arrestato «era già stato rimpatriato in Perù a febbraio dello scorso anno ed era poi rientrato irregolarmente in Italia qualche mese dopo». Al termine dei vari accertamenti, il giovane è stato dunque arrestato per "furto aggravato" e denunciato per "possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli". Infine, gli agenti della polizia hanno restituito i capi di abbigliamento al responsabile del negozio. All’esito del rito direttissimo che si è svolto questa mattina, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la misura della presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra da Coin ed esce con 25 t-shirt da 1.300 euro senza pagarle: arrestato a Verona

VeronaSera è in caricamento