Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Cappello

Toglie le placche antitaccheggio e prova ad uscire dal negozio con i vestiti in borsa: arrestato

Il 48enne avrebbe utilizzato un apposito arnese per rimuovere i dispositivi dai capi di vestiario nei camerini del negozio Coin di via Cappello, a Verona, ma aveva già attirato l'attenzione del personale di sicurezza

Con un arnese avrebbe tolto le placche antitaccheggio da capi d'abbigliamento per un valore di 600 euro e poi avrebbe provato ad uscire dal negozio, finendo però in manette. Il 48enne è stato infatti arrestato dalle Volanti della Questura di Verona nel pomeriggio di lunedì, dopo aver provato ad allontanarsi dal punto vendita Coin di via Cappello con la refurtiva. 

Erano circa le 14.30 quando l'uomo avrebbe fatto il suo ingresso nell'esercizio commerciale con una borsa vuota con apposto il marchio del negozio, dirigendosi verso gli espositori di indumenti. Dopo aver prelevato dagli scaffali diversi abiti, sarebbe entrato in uno dei camerini e, con un arnese artefatto in metallo a forma di uncino, avrebbe tolto da ciascuno le placche antitaccheggio.
L'uomo però era seguito a poca distanza dall'addetto alla sicurezza, che si era insospettito alla vista di quella borsa vuota recante la scritta "Coin", e quando si è diretto verso l'uscita con la merce nel sacchetto, prima è stato fermato dal personale e poi arrestato dagli agenti delle Volanti: trovato anche con alcuni dei capi rubati nascosti tra i propri vestiti, ha riconsegnato la merce sottratta e anche lo "splaccatore" utilizzato. 

Il 48enne, già gravato da precedenti specifici, martedì mattina è comparso davanti al giudice che ha convalidato il provvedimento, mentre l'ufficio immigrazione della Questura sta vagliando la posizione del cittadino straniero, a carico del quale risulta un ordine di espulsione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toglie le placche antitaccheggio e prova ad uscire dal negozio con i vestiti in borsa: arrestato

VeronaSera è in caricamento