menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine generica

Immagine generica

Furto del cellulare sul bus: fermati ed arrestati dalla Volante una volta scesi

Uno dei due era un volto noto alle forze dell'ordine, così quando la pattuglia di Volante lo ha notato mentre si allontanava furtivamente, ha deciso di eseguire un controllo

Uno dei due è stato riconosciuto da una pattuglia una volta sceso dal bus e hanno tentato quindi di liberarsi della refurtiva, senza però riuscire a farla franca. Si tratta di un cittadino albanese, incensurato, e uno marocchino, con precedenti contro il patrimonio e per droga, che dovranno ora rispondere di furto aggravato in concorso
I due erano scesi dal mezzo pubblico nella zona di Porta Vescovo, dopo essersi appropriati del cellulare di una donna di origini straniere presente a bordo, cercando di passare inosservati. A quel punto si sono diretti verso un vicolo vicino, ma sono stati notati dal personale di una Volante che aveva riconosciuto il nordafricano per i suoi precedenti e ha deciso di procedere dunque ad un controllo. Notate le divise, i due hanno lasciato cadere qualcosa prima di sottoporsi alle verifiche, ma la mossa non è passata inosservata agli occhi degli agenti. Nel frattempo, era scesa dal mezzo anche una donna che aveva iniziato ad urlare all'indirizzo dei due, accusandoli di averle rubato il cellulare. 

Controllato cosa avessero gettato a terra, i poliziotti hanno recuperato il dispositivo e per i due sono scattate le manette. 
Condotti davanti al giudice nella mattinata di mercoledì, dovranno presentarsi in aula il 20 maggio per il processo. Nei confronti del cittadino marocchino è stato disposto l'obbligo di firma giornaliero in attesa dell'udienza, nessuna misura invece a carico dell'altro individuo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento