menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto tratta dal circuito di sorveglia durante le fasi del furto

Una foto tratta dal circuito di sorveglia durante le fasi del furto

Furto di camion e merce da un'azienda veronese: quattro persone arrestate

Il colpo era stato messo a segno nel mese di ottobre 2019, con la refurtiva che poco dopo venne trovata all'interno di una area di servizio lungo la A14 in agro di Castel San Pietro Terme

Sono ritenuti i responsabili del furto di un mezzo pesante e di un'ingente quantità di merce ai danni di un'azienda che opera nel Veronese, avvenuto nell'ottobre del 2019. Il 22 gennaio quattro cerignolani sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Verona su richiesta della locale procura della repubblica scaligera, eseguita dal personale della squadra di polizia giudiziaria del compartimento polizia stradale per l'Emilia Romagna.
Le operazioni sono eseguite in collaborazione con la polizia di Foggia e a finire in manette sono stati: A. I. di 56 anni, L. I. di 29 anni, S. E. A. di 27 anni e D. N. R. di 30 anni. 

L'autocarro rubato è stato recuperato lo stesso mese di ottobre, insieme a tutta la refurtiva, all'interno di una area di servizio lungo la A14 in agro di Castel San Pietro Terme, mentre i malviventi erano riusciti a darsi alla fuga.
Ricostruendo in maniera dettagliata gli spostamenti dei fuggiaschi, gli investigatori sono riusciti ad identificare un veicolo "pulito" utilizzato prima come staffetta e poi come mezzo per allontanarsi: gli accertamenti di polizia scientifica e di natura tecnica svolti, avrebbero condotto gli agenti a raccogliere una serie di elementi utili alle indagini e all'emissione delle misure cautelari.
Il commando, composto da due individui pluripregiudicati per reati specifici e da due uomini incensurati ma già noti alle forze di polizia per il coinvolgimento in altri eventi di natura predatoria, è stato sorpreso nel sonno e condotto nel carcere di Foggia.
Sia il veicolo che la merce, del valore di circa 50mila euro, secondo le forze dell'ordine erano destinati ad essere riciclati nell'entroterra pugliese. Dopo l'interrogatorio di garanzia eseguito dal gip del tribunale del capoluogo dauno, è stata confermata la custodia in carcere per tutti gli arrestati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento