rotate-mobile
Cronaca Piazza Brà

Due borseggiatrici finiscono in manette sul "Liston" in piazza Brà

Si tratta due donne bulgare arrestate dai carabinieri dopo aver sfilato il portafogli ad una turista vicentina di 52 anni. Le due sono già state condannate per furto aggravato

I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato due donne bulgare di 32 e 42 anni, sorprese mentre sfilavano un portafogli con soldi, bancomat e documenti personali a una turista della provincia di Vicenza, intenta a consumare il pranzo, in un ristorante di piazza Brà.

IL PEDINAMENTO - I militari dell’Arma hanno seguito le due che dopo aver fallito alcuni tentativi di borseggio in piazza Erbe, si sono spostate lungo via Mazzini con la speranza di trovare tra le migliaia di turisti quelli giusti da derubare. Anche qui però le precauzioni prese da alcune donne (borsa a tracolla o portafogli nelle tasche anteriori dei pantaloni) hanno fatto desistere le due malintenzionate che, non riuscendo nel loro intento, hanno deciso di mettersi in fila al self service di un ristorante posizionato sul "Liston" della Brà.

L'ARRESTO - Dopo alcuni minuti dal loro ingresso nel locale, non essendosi minimamente accorte che due carabinieri erano sulle loro tracce già da un po’, hanno sferrato l’attacco, prendendo di mira una 52enne che si era seduta da poco per pranzare. I carabinieri della compagnia di Verona le hanno subito bloccate e arrestate con l’accusa di furto aggravato. Per G. G., di 32 anni e I. Z., 42enne, è scattato l’arresto per furto aggravato, per il quale sono state condannate a seguito di rito direttissimo a 2 mesi e  20 giorni di reclusione, nonché alla multa di 150 euro, con pena sospesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due borseggiatrici finiscono in manette sul "Liston" in piazza Brà

VeronaSera è in caricamento