rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Ghetto

Topo d'appartamento bloccato dal padrone di casa: aveva l'obbligo di firma in Questura

Era sottoposto alla misura cautelare per un colpo tentato quattro mesi fa, questo però non lo ha fatto desistere ed è finito di nuovo in manette per mano degli uomini della Squadra Volanti della Polizia di Stato

Era già sottoposto all’obbligo di presentazione quotidiana in Questura per un furto commesso quattro mesi fa ma, nonostante questo, mercoledì pomeriggio non ha esitato a tentare un altro colpo. Ad attenderlo, però, ha trovato ancora una volta gli agenti delle Volanti della Polizia di Stato, che lo hanno arrestato nuovamente per tentato furto in abitazione.

Si tratta di un 30enne che è stato gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, che è stato sorpreso intorno alle 17.20 all’interno di un appartamento di via Ghetto, in città, dal proprietario di casa, che a fatica è riuscito a bloccarlo mentre la moglie contattava la centrale operativa della Questura di Verona, segnalando il crimine in atto.

In pochi minuti, gli agenti delle Volanti sono giunti sul posto e hanno arrestato il giovane, che ha subito ammesso le sue responsabilità. Nell’abitazione del malvivente, che non svolge alcuna attività lavorativa, le forze dell'ordine hanno inoltre rinvenuto e sequestrato un flessibile con disco, una tronchese di grosse dimensioni ed un piede di porco.
All’esito del rito direttissimo che si è svolto giovedì mattina, il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto nei confronti del giovane la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topo d'appartamento bloccato dal padrone di casa: aveva l'obbligo di firma in Questura

VeronaSera è in caricamento