Furti in Valpantena: come agiscono le bande di ladri che stanno razziando la zona

I furti in abitazione hanno subito un'evoluzione negli ultimi anni e ormai l'attività è in mano alla criminalità organizzata

Non è tanto il numero di colpi messi a segno a preoccupare, ma il nuovo modus operandi dei ladri che negli ultimi mesi stanno compiendo furti in Valpantena, Lessinia e in altre zone del veronese. I cittadini si stanno organizzando con gruppi su Facebook e Whatsapp per raccogliere segnalazioni e provare in qualche modo a proteggersi, ma nel frattempo i carabinieri stanno studiando a fondo come sono cambiati questi crimini.

Come riporta L'Arena, in passato i furti in abitazione venivano commessi da singoli ladri o piccoli gruppi che sceglievano le case da derubare senza una vera organizzazione dietro le spalle. Ora invece pare si stiano diffondendo vere e proprie organizzazioni criminali specializzate nei furti in appartamento. Secondo quando emerso dalle indagini dei carabinieri veronesi, queste bande criminali proverrebbero dall'Est e proprio in quei paesi verrebbero reclutati i ladri da portare in Italia per mettere a segno il colpo. Sul nostro territorio, invece, ci sarebbero dei basisti che studiano le abitazioni più adatte a essere derubate. La cosa che più colpisce in queste organizzazioni è il turn over tra i ladri utilizzati. Le bande "importano" sempre nuove persone, così nel caso vengano arrestate, sarebbero subito rimesse in liberta in quanto incensurate. Una volta arrestati la prima volta, i soggetti vengono utilizzati al massimo una seconda volta e, se nuovamente arrestati, non verrebbero più impiegati nei furti, per evitare il carcere.

Un altro dettaglio riguarda il fatto che solitamente i ladri compiono fino a cinque colpi in una sera. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i malviventi lascerebbero la propria vettura in campagna, dirigendosi verso le abitazioni da razziare a piedi. Quando le forze dell'ordine arrivano nelle prima casa razziata, i ladri colpiscono in un'altra zona, mentre i carabinieri sono appunto impegnati altrove. In questo modo, i furfanti riuscirebbero a razziare anche cinque case in una sola uscita.

Dunque, un'organizzazione molto strutturata, che nulla lascia al caso. Soprattutto, si tratta di bande criminali che ben conoscono il sistema giudiziario italiano e la mancata certezza della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento