Piscine insicure, alle Santini derubati di soldi e cellulari almeno otto utenti

Hanno fatto subito denuncia ai carabinieri che hanno raccolto varie testimonianze. I sospetti si concentrano su un ragazzo che girava con un asciugamano in testa

Piscine Santini (foto di repertorio)

Bivacchi e occupazioni abusive da un parte, furti dall'altra. C'è un problema con la sicurezza all'interno delle piscine di Verona. La settimana scorsa nel centro federale di nuoto di viale Galliano era stato interessato da un'occupazione abusiva da parte di un gruppo di trenta ragazzi. Ieri pomeriggio 2 luglio, invece, alle piscine Santini di via Villa una raffica di furti è stata denunciata dagli utenti.

A L'Arena, la madre di alcuni ragazzi derubati ha riferito che sono almeno otto le vittime. Sono stati portati via soldi e cellulari e i furti sono stati denunciati immediatamente ai carabinieri. I militari hanno raccolto varie testimonianze e i sospetti di chi era stato derubato si sono concentrati su un giovane che girava tra le piscine con un asciugamano in testa.

Il personale delle Santini si è difeso dicendo che per custodire gli oggetti di valore ci sono gli armadietti. Ma alcuni utenti hanno chiesto un po' più di sicurezza.

Potrebbe interessarti

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • Falsi amici della dieta: ecco i 10 alimenti che non fanno dimagrire

  • Auto: i 7 accessori che non possono mancare per affrontare un lungo viaggio

I più letti della settimana

  • Autoarticolato e moto si scontrano in tangenziale: morto un giovane 26enne

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 23 al 25 agosto 2019

  • Non si controlla più, estrae un coltello in piazza Bra e viene bloccato

  • Colpito da infarto a Verona viene tenuto in vita da dei passanti guidati al telefono dal 118

  • Colto da un malore lungo il sentiero che porta al santuario: morto 65enne

  • La maglietta del vicesindaco di Roverè, Potere al Popolo: «Manifesta la cultura dello stupro»

Torna su
VeronaSera è in caricamento