menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Rubano gasolio dai camion in sosta lungo la A4, bloccati dalla Stradale

In due diverse operazione, gli agenti hanno fermato quattro cittadini rumeni che avevano sottratto complessivamente 700 litri di carburante dai serbatoio dei mezzi pesanti

L'invito della polizia stradale di Verona rivolto ai camionisti è di avere fiducia nelle segnalazioni, perché non è vero che non portano a niente. Lo dimostrano le quattro persone bloccate lo scorso fine settimana in due diverse operazioni, finalizzate a contrastare l'incubo degli autotrasportatori: i gasolari.

I gasolari sono i ladri di gasolio. Muniti di pompe elettriche e grandi taniche, svuotano i capienti serbatoi dei camion in sosta. Spesso, non fanno parte di bande organizzate, ma sono piccoli criminali che sottraggono il carburante ai camionisti per rivenderlo nel giro di poco tempo e ricavarne un guadagno di qualche centinaio di euro.
Nel passato weekend, la polizia stradale veronese è riuscita a bloccarne quattro lungo l'autostrada A4, grazie alle segnalazioni di camionisti e padroncini. Sono quattro rumeni, due sono stati fermati nell'area di parcheggio Campagnola Est, nel Bresciano, e altri due a Sommacampagna. In un caso, aveva appena rubato 300 litri di gasolio. Nel secondo caso il furto era stato di 400 litri. E in entrambe le operazioni la refurtiva è stata completamente recuperata.

I due gasolari presi a Sommacampagna, di 40 e 59 anni, sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato. Gli altri due, di 19 e 22 anni, sono stati denunciati in stato di libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento