Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Il furbetto della Bra: parcheggia sullo stallo disabili con il pass della suocera deceduta

Il nuovo sistema informatico di controlli della municipale Giano 2 miete nuove "vittime": scovato un cittadino veronese che usava il pass disabili della suocera morta nel 2016

Non è sfuggito ai controlli di Giano2 l'automobilista veronese che giovedì sera ha parcheggiato la propria autovettura in piazza Bra, su uno stallo riservato ai disabili, proseguendo poi a piedi verso il centro. Dai controlli in tempo reale con la banca-dati dell'anagrafe cittadina, è emerso che il permesso non era più valido perchè intestato alla suocera del conducente, deceduta nel 2016. Oltre alle sanzioni amministrative che sono state immediatamente contestate al conducente, giunto sul posto, gli agenti hanno ritirato il pass.

Il contrasto dell'utilizzo di pass intestato a deceduti o persone costrette a letto allettate e non più in grado di uscire da ospedali e case di riposo, è tra le priorità del Comando, oggi reso più efficace grazie al sistema informatico Giano2, che permette di verificare in tempo reale eventuali irregolarità a carico di un veicolo.

63 verbali non pagati: veicolo con tre fermi 

A carico del medesimo veicolo, inoltre, il controllo effettuato con il sistema Giano2,  ha fatto emergere anche tre fermi fiscali, a causa del mancato pagamento di ben 63 verbali al codice della strada.

I controlli sui pass ancora detenuti indebitamente perchè revocati da oltre 400 automobilisti, sono stati incrementati e il Comando invita i cittadini a restituirli in via del Pontiere o presso l'Anagrafe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il furbetto della Bra: parcheggia sullo stallo disabili con il pass della suocera deceduta

VeronaSera è in caricamento