Cronaca Montorio / Piazza delle Penne Nere

Tommaso e Michele, il giorno dei funerali. «La vita non sarà più la stessa»

Tanta partecipazione alla cerimonia celebrata a Montorio per i due bambini deceduti per il crollo della copertura di una ghiacciaia in Lessinia

La chiesa di Montorio

Avevano allestito posti anche all'esterno della chiesa di Montorio perché era prevedibile che la partecipazione sarebbe stata tanta. Ed è stata tantissima, tale da riempire tutto lo spazio disponibile. Come tanta è stata anche la partecipazione emotiva alla cerimonia che si è tenuta questa mattina, 7 luglio. Oggi a Verona e a Sant'Anna d'Alfaedo è giorno di lutto perché è il giorno dei funerali di Tommaso Saggioro e Michele Mazzucato, due bambini di 7 e 8 anni che sabato scorso hanno trovato la morte nel crollo del tetto di una ghiacciaia in Lessinia.
L'ultimo saluto ai due bimbi è stato dato da tutta la città, rappresentata dal sindaco Federico Sboarina. Ma alla cerimonia erano presenti anche i compagni di classe di Tommaso e Michele, i quali a modo loro dovranno elaborare questa perdita.

tommaso michele messaggio scuola-2

Due tragiche morti su cui la Procura di Verona ha aperto un fascicolo al momento contro ignoti. Un'indagine per omicidio colposo plurimo e per lesioni colpose, visto che il cedimento della copertura della ghiacciaia ha provocato la morte di Tommaso e Michele e il ferimento di altri due bambini. Un'indagine che si vuole concentrare sui proprietari della ghiacciaia, a cui si vuole chiedere se avessero di recente controllato la stabilità del manufatto in pietra. E probabilmente saranno coinvolti anche dei periti, per stabilire se la ghiacciaia rappresentasse un pericolo e quindi se fosse necessario recintarla oppure segnalarne l'instabilità con un cartello.
La giustizia si è dunque attivata, ma ancor prima si era già attivata la giustizia sommaria del web. E sul banco degli imputati del tribunale dei social ci sono finiti anche coloro che in questo momento non dovrebbero essere giudicati ma solo aiutati. Infatti, sui social sono apparsi commenti di utenti che ritenevano in parte responsabili anche i genitori di Tommaso e Michele. La loro responsabilità sarebbe stata quella di non aver sorvegliato i propri figli. Un'ipotesi scartata dalla Procura scaligera, ma che in rete circola e da alcuni viene anche condivisa. Un'ipotesi a cui la madre di Michele ha risposto con queste parole: «Siete tutti bravi a giudicare senza sapere. Mai ho lasciato mio figlio senza controllo. I sensi di colpa mi dilaniano ma in quei pascoli tantissimi bambini stavano giocando. È stata una tragedia, forse inevitabile». E sempre sui social, la madre di Michele Mazzucato ha lasciato un messaggio a suo figlio: «Voglio tornare ad abbracciarti ancora. Aspettaci lassù. Quando ci ritroveremo sarà bellissimo e sarà per sempre. Ci manchi tantissimo. La vita non sarà più la stessa senza te».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tommaso e Michele, il giorno dei funerali. «La vita non sarà più la stessa»

VeronaSera è in caricamento