rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Lazise / Via Porto

Accendono fumogeni su una barca ormeggiata e rischiano di darle fuoco: due giovani denunciati

I carabinieri di Lazise sospettano inoltre che dalla stessa imbarcazione abbiano prelevato tre canne da pesce ed un cannocchiale, mentre uno di loro è stato trovato in possesso anche di un coltello da sub

Saliti su un barca che non era di loro proprietà insieme ad alcuni amici, avrebbero attirato l'attenzione accendendo alcuni fumogeni che hanno dato vita anche ad un principio d'incendio, oltre ad essere sospettati di aver rubato alcune canne da pesca. Sono stati i carabinieri della stazione di Lazise la scorsa settimana a denunciare in stato di libertà B.R.C, 19enne di origine romena residente nel Veronese, e S.K., 17enne della zona ma originario dell'Ungheria. 

Era la notte del 3 ottobre e i militari stavano svolgendo uno dei consueti servizi di controllo del territorio quando, intorno alle 2.30, la centrale operativa di Peschiera del Garda li ha inviati al porto di Pacengo, dove un cittadino aveva segnalato la presenza di alcuni giovani a bordo delle barche ormeggiate, i quali si stavano divertendo ad accendere fumogeni.  

Raggiunta l'area portuale, le forze dell'ordine hanno trovato due ragazzi del gruppetto in questione (tra l'altro a loro già noti in quanto al centro di diverse lamentele arrivate nei fine settimana della scorsa estate), il proprietario di una delle barche e un testimone dei fatti. Proprio quest'ultimo avrebbe raccontato ai carabinieri che poco prima in 6 o 7 erano saliti a bordo delle barche ormeggiate e che, per divertirsi, avevano acceso dei fumogeni provocando, verosimilmente per una disattenzione, un principio d’incendio su una delle imbarcazioni: il rogo sarebbe stato poi spento dagli stessi giovani, con un estintore preso dal natante. 

I due sono stati quindi condotti in caserma per la loro identificazione e sottoposti a perquisizione personale, che avrebbe permesso di trovare B.R.C. in possesso di un coltello da sub, che è stato messo sotto sequestro. I carabinieri inoltre sospettano che i due ragazzi sianoi responsabili del furto di tre canne da pesca e di un cannocchiale, che sono stati trovati sulla banchina del porto nelle immediate vicinanze della barca danneggiata. Il proprietario dell'imbarcazione e degli oggetti, in sede di denuncia ha infatti dichiarato di custodirli proprio a bordo, facendo così ipotizzare alle forze dell'ordine che gli indagati potessero averli asportati per disfarsene, gettandoli via nelle vicinanze, poco prima dell’arrivo dei carabinieri. 

Sulla base di questi elementi, gli uomini dell'Arma di Lazise li hanno denunciati per furto e danneggiamento a seguito di incendio in concorso e, solo B.R.C., anche per porto abusivo di arma.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accendono fumogeni su una barca ormeggiata e rischiano di darle fuoco: due giovani denunciati

VeronaSera è in caricamento