Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Sona / Via Leonardo Da Vinci

Fuga di monossido di carbonio da una stufa a pellet: 7 persone soccorse

Il gas è stato rilevato dai vigili del fuoco in due appartamenti, situati uno sopra l'altro, di via Da Vinci a San Giorgio in Salici. Due degli individui coinvolti sarebbero inoltre positivi al Covid-19

Sono 7 le persone rimaste coinvolte in una fuga di monossido di carbonio che si è verificata a San Giorgio in Salici, nel Comune di Sona, nella prima mattinata di giovedì. 

È scatttato intorno alle 7.20 l'intervento dei vigili del fuoco, che si sono diretti al civico 8 di via Leonardo Da Vinci con un mezzo, dove avrebbero rilevato la presenza del monossido in due appartamenti. Le due abitazioni sono poste una sopra l'altra e in soccorso dei residenti sono arrivate le ambulanze del 118: 5 persone residenti nella stessa casa, una famiglia di origini marocchine, sarebbero state portate in ospedale a causa della lieve intossicazione, mentre le 2 residenti nell'altro appartamento sarebbero positive al Covid-19, secondo quanto riferito dal 115, e sono state quindi soccorse separatamente. 
Le esalazioni sarebbero state provocate dal malfunzionamento della canna fumaria di una stufa a pellet situata nell'abitazione di questi ultimi due, rimasti incolumi, mentre la madre di origine nordafricana classe 1972 e i due figli, classi 1995 e 2005, hanno ricevuto 2 giorni di prognosi.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Aliquota Radiomobile di Villafranca, congiuntamente a quelli della stazione di Sommacampagna

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga di monossido di carbonio da una stufa a pellet: 7 persone soccorse

VeronaSera è in caricamento