Fugge sulla Transpolesana e getta 100mila euro di cocaina dal finestrino: arrestato

Dopo un inseguimento a folle velocità, i finanzieri sono riusciti ad arrestare un 23enne incensurato e senza lavoro, trovato in possesso di droga e denaro contante poi sequestrato

Denaro e droga sequestrati dai finanzieri al 23enne arrestato dopo la fuga in auto

Nei giorni scorsi la guardia di finanza di Verona, nell'ambito di un ordinario servizio di controllo del territorio, ha arrestato una persona di nazionalità marocchina per detenzione illecita di droga. I finanzieri, insospettiti dall'elevata velocità del veicolo condotto dall'uomo poi arrestato, si sono messi al suo inseguimento lungo la strada Transpolesana. Il fuggiasco, all'altezza dell'uscita di Vallese di Oppeano, ha provato a dileguarsi imboccando a tutta velocità lo svincolo per Isola RIzza. Nonostante le spericolate manovre del fuggitivo, i militari della finanza sono comunque riusciti a fermare l'auto a ridosso del centro abitato, oltre che a recuperare in seguito un involucro lanciato dal finestrino dal conducente nel tentativo di disfarsene.

L'uomo fermato, le cui iniziali sono E.A., è un cittadino marocchino 23enne ed incensurato. Durante le fasi di controllo operate dai militari, il giovane ha maldestramente cercato di cammuffare alcune evidenti tracce sul veicolo di una sostanza granulosa e biancastra che, stando alla stessa ammissione del ragazzo, altro non era che parte della cocaina di cui aveva prima cercato di disfarsi.

Ripercorrendo la strada a ritroso, i finanzieri hanno potuto così recuperare l'involucro gettato dal finestrino e appurare infine che al suo interno vi erano circa 313 grammi di droga. I militari hanno a quel punto deciso di estendere i controlli anche alla casa del 23enne, dove sono stati trovati inoltre quattro ovuli di hashish per un peso di 4 grammi, nascosti all'interno di un pacchetto di sigarette. I finanzieri hanno poi scoperto dentro la tasca di una giacca ben 1000 euro in contanti, oltre che ulteriori 400 euro riposti nello scooter del 23enne. Tutto il denaro è stato sequestrato, poiché ritenuto provento dell'illecita attività di spaccio del fermato, considerando l'assenza di una sua effettiva occupazione lavorativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 23enne marocchino è stato arrestato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, oltre che resistenza a un pubblico ufficiale, quindi è stato condotto presso il carcere di Verona dove è stato messo a disposizione dell'autorità giudiziaria che ne ha poi convalidato l'arresto tramite il gip Dot. Ferraro. Stando alle stime dei finanzieri, la droga sequestrata, di ottima fattura, se immessa in circolazione sul mercato avrebbe potuto fruttare non meno di 100mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento