Cronaca Borgo Trento / Via Madonna del Terraglio

Fucina Culturale Machiavelli. Dopo il furto, parte una raccolta fondi

Il danno subito lunedì rischia di creare problemi importanti all'associazione culturale, che lancia un appello ai veronesi: «Anche pochi euro, donati da tanti, possono aiutare»

Dopo il furto con scasso messo a segno il 5 novembre, dove sono stati fatti sparire i soldi degli incassi del fine settimana, Fucina Culturale Machiavelli prova a ripartire. 
«Abbiamo deciso di lanciare un crowdfunding per chiedere a Verona e al nostro pubblico di sostenerci. Anche pochi euro, donati da tanti, possono aiutare». In sole 24 ore sono stati raccolti 875 euro, più della metà dell'obiettivo fissato a 1.500, ovvero grosso modo la cifra sottratta lunedì dalla sede di via Madonna del Terraglio in pausa pranzo. 

La raccolta fondi organizzata dai ragazzi e ragazze dell'associazione, che gestisce il teatro ex centro mazziano a Verona, ha come titolo “Non facciamoci rubare la cultura” e si può trovare sul sito GoFundMe. Tra i commenti dei 18 donatori anche quello di Lucrezia: “Trovo che Fucina Machiavelli sia un'organizzazione incredibile, con artisti molto preparati e idee innovative. Verona ha bisogno di Fucina Culturale Machiavelli per un vero e proprio risveglio culturale proposto da giovani e fatto da giovani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucina Culturale Machiavelli. Dopo il furto, parte una raccolta fondi

VeronaSera è in caricamento