Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Bussolengo

Frode, truffa e documenti falsi: va in carcere per i reati commessi in Portogallo

Era stato sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali come sostituzione di parte della pena detentiva a 6 anni di reclusione, ma sarebbe stato sorpreso dai carabinieri di Bussolengo a violare le disposizioni

Era stato condannato per reati associativi finalizzati alla frode fiscale, truffa e falsificazione di documenti, commessi in Portogallo tra il 2009 ed il 2010, ed era stato sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali come sostituzione di parte della pena detentiva a 6 anni di reclusione, ma nelle ultime settimane avrebbe spesso violato le prescrizioni. 
C.D., pregiudicato 36enne di origini siciliane e residente a Bussolengo, nei giorni scorsi è stato accompagnato in carcere dai carabinieri della stazione locale, che hanno eseguito il provvedimento del Magistrato di Sorveglianza di Verona. 

Proprio i militari avrebbero documentato le violazioni del 37enne, che, secondo l'Arma, in più occasioni non aveva rispettato l’obbligo di permanere nella propria abitazione negli orari previsti. 
Ricevute le segnalazioni dei carabinieri, il Magistrato di Sorveglianza dunque ha disposto la sospensione provvisoria dell'affidamento in prova ed il rientro in carcere. C. D. è stato quindi rintracciato ed arrestato dai militari i quali, dopo le formalità di rito, lo hanno accompagnato alla casa circondariale di Montorio, rimettendolo a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode, truffa e documenti falsi: va in carcere per i reati commessi in Portogallo

VeronaSera è in caricamento