La Finanza sequestra otto quintali di tonno. Operazione anche a Verona

Le indagini sono partite dalla Sardegna. Nelle etichette delle scatolette era indicata una erronea provenienza del prodotto. Nessun rischio per la salute

L'operazione è scattata anche nella provincia di Verona, come in altre province italiane, per l'indagine che vede coinvolte cinque persone accusate di frode in commercio e contraffazione di indicazioni geografiche. Sono stati sequestrati più di 8 quintali di scatolette di tonno rosso in oltre 1000 esercizi commerciali.

A dirigere l'operazione, la Guardia di Finanza di Cagliari. Si tratta della seconda fase delle indagini, partite la scorsa primavera con un sequestro ben più cospicuo (più di 14 tonnellate di tonno rosso) in Sardegna. Sulle scatolette era riportato che il tonno veniva pescato e lavorato secondo le antiche tradizioni delle tonnare sarde, ma non era vero. Il prodotto è stato ritirato dal commercio e comunque non risulta essere nocivo per la salute di chi lo ha consumato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento