rotate-mobile
Cronaca San Giovanni Lupatoto / Via Monte Cristallo

Fratelli in manette per furto: uno si ferisce con la lametta per scamparla

I due sono stati colti sul fatto mentre si appropriavano di alcuni capi d'abbigliamento all'OVS di Verona Uno, ma sono stati notati dal personale che ha avvisato i carabinieri, con il più giovane ha cercato di sottrarsi alla cattura

È stata una serata di arresti movimentati quella di lunedì per i carabinieri della stazione di San Giovanni Lupatoto, che hanno messo le manette ai polsi di due fratelli di 23 e 20 anni, di origine marocchina e residenti nel cremonese, già noti alle forze dell’ordine.

Dopo essere entrati nel negozio OVS all’interno del centro commerciale Verona Uno, i due sono stati sorpresi dal personale dell’esercizio mentre stavano rubando alcuni capi di abbigliamento. Immediato l’allarme ai carabinieri, che si sono precipitati sul posto ed hanno intercettato i fratelli, fermandoli: nel corso del controllo, però, il più giovane di loro ha prima spintonato i militari e poi, una volta estratta una lametta, ha iniziato a procurarsi alcune escoriazioni su un avambraccio nel tentativo estremo di sottrarsi alla cattura. Dopo qualche istante di tensione, tuttavia, il 20enne è stato immobilizzato e poco dopo medicato dal personale del 118, nel frattempo accorso sul posto.

Alla fine entrambi i fratelli sono stati immobilizzati dai carabinieri ed arrestati in flagranza per tentativo di furto aggravato in concorso.
Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza del comando provinciale di Verona, nella mattinata di martedì sono stati condotti davanti al giudice del tribunale del capoluogo scaligero che, dopo aver convalidato gli arresti, ha condannato il più grande dei due a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa con pena sospesa ed il più giovane alla reclusione di 6 mesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli in manette per furto: uno si ferisce con la lametta per scamparla

VeronaSera è in caricamento