rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Franchetto: "Cava Speziala deve rimanere un parco"

Interrogazione del consigliere regionale dell'Idv: "Serve una parola chiara sull'argomento"

"La Regione dia garanzie ai cittadini di Verona e dica la parola fine sulla cava Speziala. Oggi è un parco e un parco deve restare". Lo dice il capogruppo regionale di Italia dei Valori Gustavo Franchetto nell'interrogazione presentata oggi in Consiglio regionale sull'area di San Massimo: "Che notizie ci sono sulla richiesta di bonifica dell’ex cava Speziala, considerato che si tratta di un’area di quasi novantamila metri boschivi all’interno di un quartiere?"

"La cava Speziala, dopo aver fatto pagare alla popolazione del luogo pesanti disagi, è abbandonata da oltre vent’anni. Col tempo – afferma il dipietrista veronese - è divenuta “naturalmente” un fitto bosco con molte specie arboree autoctone e numerose specie di uccelli censite dalla Lipu. Il Pat del Comune di Verona l'ha definita ufficialmente area boschiva e il 14 ottobre scorso il Consiglio comunale scaligero ha approvato una mozione che impegna Sindaco e Giunta ad impedire che l’ex cava possa diventare una discarica di qualsiasi materiale, vista la vicinanza con il quartiere di San Massimo".

"Il sospetto che l’ex cava possa tornare utile a qualche finalità non compatibile con l’ambiente circostante – conclude Franchetto - è motivato dal fatto che la proprietà ha chiesto di poter tagliare le piante, per procedere ad una eventuale bonifica. Perché una bonifica a vent’anni dall’abbandono, sostenendo che vi sono inquinanti di poco superiori ai limiti consentiti? Qual è la reale intenzione della proprietà, visto che non è accettabile che si possa rimettere in discussione un progetto voluto dalla popolazione del posto, sottoscritto da trenta associazioni di quartiere e oggi difeso dal Consiglio Comunale?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Franchetto: "Cava Speziala deve rimanere un parco"

VeronaSera è in caricamento