rotate-mobile
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Morì di leucemia a soli 25 anni: un laboratorio intitolato Francesco Tacconi

Il suo nome si trova ora sulla targa della stanza di Medicina Trasfusionale dell’ospedale di Borgo Trento. Parenti ed amici ora collaborano con Admor nella divulgazione della cultura del dono e nella raccolta fondi

L’assessore ai Servizi sociali Anna Leso ha partecipato questa mattina, 9 novembre, alla cerimonia di intitolazione a ‘Francesco Tacconi’, ragazzo veronese prematuramente scomparso all’età di 25 anni per una grave forma di leucemia, della stanza laboratorio di Medicina Trasfusionale dell’ospedale di Borgo Trento. Presenti, il presidente Admor Verona Giovanni Cacciatori, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Francesco Cobello, il direttore Medicina Trasfusionale dell’ospedale di Borgo Trento Giorgio Gandini ed i famigliari ed amici del giovane Tacconi.
"Uno straordinario esempio di donazione continua verso gli altri che – sottolinea l’assessore Leso – anche nella grande sofferenza per la perdita di un figlio, non ha mai smesso di seminare amore e portare frutto a favore di chi è in difficoltà. Verona, in questo, è uno splendido esempio di sensibilità ed apertura verso il prossimo, con una costante propensione all’aiuto sociale e alla realizzazione di un forte sistema di rete, fra istituzioni locali ed associazioni, in grado di concretizzare ogni giorno attività importanti di sostegno alla collettività".

Parenti ed amici di Francesco collaborano con Admor - Associazione donatori midollo osseo e ricerca - nella divulgazione della cultura del dono e nella raccolta fondi per finanziare le tante attività associative e l’acquisto di apparecchiature mediche in uso al Centro Trasfusionale di Borgo Trento ed al Centro Trapianto midollo osseo di Borgo Roma. Fra le ultime donazioni, l’acquisto di un computer per la segreteria del Centro Trapianto midollo osseo, con lo scopo di velocizzare le procedure di preparazione burocratiche necessarie per gli espianti e i trapianti di cellule staminali emopoietiche accorciando così i tempi di attesa per gli ammalati.

Taglio_del_nastro_Tacconi-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì di leucemia a soli 25 anni: un laboratorio intitolato Francesco Tacconi

VeronaSera è in caricamento