menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane fotoreporter veronese arrestato in Turchia durante le proteste in piazza

Mattia Cacciatori, 24 anni di San Giovanni Lupatoto, si trovava in piazza Taskim al momento dello scoppio dei disordini ed è stato caricato su un furgone dalla polizia e portato alla centrale di Aksaray

Mattia Cacciatori, 24 anni, fotoreporter di San Giovanni Lupatoto, si trovava in piazza Taskim, ad Istanbul, quando è stato arrestato dalle forze del''ordine turche. 

Nel trambusto però, Cacciatori è riuscito ad avvisare un'amica e coetanea veronese che si trova nella capitale turca per l'Erasmus: "Mi hanno arrestato, sono sul furgone insieme ad altre persone, arrestate anche loro, e mi stanno portando nella stazione centrale di Aksaray". La telefonata è stata effettuata alle 20.53, 19.53 in Italia, dal telefono che Giulia Stanghito aveva lasciato al giovane. 

"Io sono rientrata in Italia il 20 giugno, lui è partito il 22", spiega la Stanghito alla stampa locale e intanto resta in contatto con Chiara, la ragazza che si trova in Turchia per l'Erasmus: "Con il progetto Erasmus sono andata a vivere un anno in Turchia e sapendo che Mattia partiva gli ho lasciato il mio numero di cellulare, nel caso avesse avuto bisogno di contattare qualcuno. Lui e Chiara si sono conosciuti e ieri sera l'ha chiamata. Ha detto che stava bene, che lo avevano solo caricato sul furgone, ma siamo preoccupate".

Mattia sarebbe dovuto rientrare nella giornata di domani ma in piazza Taskim tremila persone stavano marciando su Gezi Park e alle 18 sono scoppiati i disordini, con la polizia che caricava di lacrimogeni e di idranti. Cacciatori, laureato in Cooperazione allo sviluppo ed ex consigliere di San Giovanni, con una fortissima passione per i reportage di guerra, si trovava li. Ad immortalare la cruda guerra fatta di violenza e di bisogno di libertà.

"Siamo riuscite a mandargli sms e lui ci ha risposto - Giulia prosegue nel suo resoconto con l'aggiornamento arrivato alle 22 - Ha detto che era riuscito ad avvisare i genitori, è stato allertato anche il console e comunque lui è ancora in questura centrale, a Vatan".

Intanto sulla pagina Facebook del giovane fotoreporter gli amici fanno sentire tutto il loro sostegno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento