Cronaca San Zeno / Viale Colonnello Galliano

Forza il furgone di sei religiosi e ruba i bagagli ma dimentica dentro il suo portafogli

Un ladro piuttosto maldestro è stato denunciato dalla questura di Verona per furto aggravato. L'uomo infatti avrebbe infranto il vetro di un veicolo per rubare i bagagli a bordo ma ha lasciato una traccia fin troppo nitida

Il colpo era oramai fatto, la refurtiva era già nelle sue mani, ma la sua sbadataggine gli è stata fatale. 

Intorno alle 22 di domenica, gli agenti della questura scaligera sono intervenuti per un episodio di furto avvenuto ai danni di un veicolo che si trovava nel parcheggio di Porta Palio. Sei religiosi veronesi si erano accorti, infatti, che il Ducato sul quale avevano lasciati chiusi i loro bagagli presentava un vetro laterale infranto. Proprio mentre stavano constatando l’assenza di tutte le valige (sei borse con indumenti, due notebook, una reflex ed una cassa acustica), i sei hanno anche notato una Opel Corsa scura che transitava nei pressi a velocità ridotta.
Al loro arrivo, i poliziotti, una volta controllato il veicolo forzato, hanno scoperto di avere a che fare con un ladro piuttosto sbadato. Nell’abitacolo, infatti, giaceva abbandonato un portafoglio di un cittadino rumeno, guarda a caso straordinariamente somigliate al guidatore della Opel Corsa. Ricostruito il quadro della situazione, gli agenti si sono immediatamente recati presso il domicilio del rumeno a Sommacampagna, trovandovi appunto la Opel Corsa con il motore ancora caldo. Alla luce di quanto accertato, G.S., 37enne rumeno pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato denunciato a piede libero per il reato di furto aggravato con persona rimasta ignota, visto che probabilmente i bagagli devono essere stati trasportati via con un altro mezzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza il furgone di sei religiosi e ruba i bagagli ma dimentica dentro il suo portafogli

VeronaSera è in caricamento