Lirica, il commissario Fuortes in città da lunedì. Plauso della Lega che chiede un incontro

Dovrebbe arrivare in città a Verona già da lunedì 18 aprile il commissario scelto dal ministro Dario Franceschini per risollevare le sorti di Fondazione Arena. Nel frattempo la Lega Nord veronese ha espresso soddisfazione per la nomina

Carlo Fuortes, il commissario scelto dal ministro Dario Franceschini per mettere ordine nel guazzabuglio di Fondazione Arena, dovrebbe giungere in città a partire già da domani lunedì 17 aprile. L'attuale sovrintendente del Teatro all'Opera di Roma è noto per il suo rigore nell'operare, cosa che lo ha portato al risanamento proprio del teatro romano vessato da debiti per circa 40 milioni.

L'uomo delle missioni impossibili sembra dunque essere stato chiamato giusto in tempo per cercare di sbloccare una situazione che, con l'approssimarsi della stagione estiva, rischiava di precipitare sempre più vertiginosamente, dopo i recenti sviluppi che hanno portato i lavratori a bocciare il risicatissimo e difficile accordo raggiunto tra i vertici delle Fondazione e i Sindacati.

Il 56enne Fuortes svolgerà l'incarico a titolo gratuito, così come ribadito più volte dallo stesso Franceschini, mantenedo il ruolo anche al Teatro di Roma e con la specifica direttiva di garantire il regolare svolgimento della stagione lirica areniana. In particolare si tratterà per il commissario fresco di nomina, di riuscire a dimostrare entro la fine del mese di giugno che i parametri previsti dalla legge Bray per il risanamento potranno fattivamente essere adempiuti dalla stessa Fondazione Arena.

Sulla scelta del ministro del Pd Dario Franceschii di nominare Fuortes commissario speciale, in questi giorni si è espressa la Lega Nord veronese, mostrando di aver gradito la decisione di commisssariare l'ente, ma anche la nomina stessa: "La Lega Nord di Verona esprime soddisfazione per la scelta fatta dal ministro Franceschini nel nominare il sovrintendente Fuortes quale commissario della Fondazione Arena di Verona - si legge in un comunicato divulgato dalla Segreteria Provinciale delle camicie verdi - In questo modo si potrà riaprire il tavolo di trattative con i lavoratori, salvaguardando posti di lavoro ed esigenze di centinaia di fornitori che da mesi aspettano di essere pagati. La disastrosa gestione del presidente e del sovrintendente di Fondazione Arena è dunque finita per sempre".

Infine, dopo la stoccata polemica indirizzata verso Tosi e Girondini, arriva anche la richiesta formale di un incontro diretto con il nuovo commissario: "Contestualmente la Lega Nord di Verona, con i propri rappresentanti al Parlamento europeo ed italiano On. Lorenzo Fontana e Sen. Paolo Tosato, i rappresentanti della Regione del Veneto assessori Luca Coletto ed Elisa De Berti col consigliere Alessandro Montagnoli, il presidente del Consiglio Comunale dottor Luca Zanotto con l'ex assessore Enrico Corsi, chiederà un incontro urgente con il dottor Fuortes per manifestare la nostra vicinanza per il gravoso lavoro che lo aspetterà ed ascoltare eventuali esigenze che vadano nella direzione di un salvataggio della Fondazione Arena di Verona e dell'imminente stagione lirica veronese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento