Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Via Roma

Fondazione Arena, Bertucco: "Il sovrintendente è stato lasciato solo"

Di fronte ai numeri sul pubblico che potrebbero essere in calo, Bertucco commenta: "In questa campagna elettorale il tema del rilancio non è riuscito ad emergere"

L'Aida in Arena (Foto Ennevi)

Nel 2016, il pubblico della lirica è cresciuto quasi ovunque in Italia. Lo ha anticipato il mensile Classic Voice, che ha pubblicato numeri degli spettatori in crescita nelle principali istituzioni musicali italiane. L'Arena e il Filarmonico di Verona farebbero però eccezione, mostrando una diminuzione di pubblico.

I numeri di Fondazione Arena saranno discussi a breve, in sede di discussione del bilancio di esercizio 2016. Intanto, però, Michele Bertucco commenta: "Viste le condizioni disperate in cui ci trovavamo appena pochi mesi fa, potremmo pure consolarci per quest'anno con un risultato economico che il nuovo sovrintendente ha già anticipato essere positivo".

"La cosa più toccante per un veronese che abbia a cuore la propria città mi pare stia nell'estrema solitudine in cui il sovrintendente-commissario sta svolgendo la propria opera di rilancio e risanamento, in totale assenza di un Comune che sappia e voglia promuoverla e accompagnarla, e di ambienti e categorie cittadine con la voglia di rimettersi in gioco - ha concluso Bertucco - Gli unici interlocutori affidabili finora sono stati i lavoratori che hanno pagato col taglio del salario i buchi fatti dalla cattiva politica e dalla cattiva gestione. Anche in questa campagna elettorale il tema del rilancio della Fondazione Arena non è purtroppo riuscito ad emergere oltre i titoletti dei programmi elettorali, lasciando sul campo, da parte di molti candidati, molti dubbi sulle scelte di fondo da compiere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Arena, Bertucco: "Il sovrintendente è stato lasciato solo"

VeronaSera è in caricamento