Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca San Bonifacio / Autostrada A4

Folle corsa nella nebbia a bordo di un'auto rubata: 22enne fermato in autostrada

Un giovane di origini bulgare è stato fermato dalla Polizia Stradale della Sottosezione di Verona sud, che la notte del 10 dicembre l'ha inseguito sul tratto Milano-Venezia

È stato necessario il provvidenziale intervento degli agenti della Polizia Stradale della Sottosezione di Verona sud per porre fine alla folle corsa di un giovane bulgaro che sfrecciava in autostrada, tra i banchi di nebbia fitta con un’auto rubata. 

IL FATTO - Erano da poco passate le 22 del 10 dicembre, quanto densi banchi di nebbia calavano e rendevano umida la serata lungo il tratto Milano-Venezia dell’autostrada A4, nei territori gravitanti nell’est veronese.
Una pattuglia della Polstrada vigilava su quel nastro d’asfalto con le luci lampeggianti accese e la loro intermittenza azzurra costituiva un rassicurante richiamo a moderare la velocità tra un banco e l’altro di nebbia fitta.
Il traffico era scarso e perlopiù costituito da mezzi pesanti che incedevano anch’essi lenti sulla corsia di destra. Insomma un clima invernale in cui un po’ tutti usavano prudenza, almeno sino a quando, da tergo, due fari hanno bucato i banchi di nebbia e a velocità molto elevata raggiungendo rapidamente la pattuglia che, stupita per tanta imprudenza, si è messa in scia a quella che risultava essere una Ford Fiesta. Gli agenti, con tanto di lampeggianti e sirena accesa, hanno cercato di far desistere il conducente ma nulla, non c’è stato verso, l’automobilista ha proseguito imperterrito la sua folle corsa, almeno sino a quando non ha urtato il guard-rail centrale perdendo il controllo del mezzo e intraversandosi sulle corsie autostradali, nel territorio di San Bonifacio. Nel frattempo una seconda pattuglia si è preoccupata di rallentare la circolazione con il metodo della safety car, ponendo in sicurezza l’intera zona interessata dall’incidente.

LE CONSEGUENZE - Alla guida della Fiesta vi era quello che poi risulterà essere un 22enne bulgaro privo di documenti e senza fissa dimora ma con già all’attivo precedenti di polizia, tra cui un recentissimo provvedimento di allontanamento emesso dal Prefetto di Milano. Il ragazzo, alla vista dell’ambulanza accorsa sul posto si è mostrato insofferente, rifiutando il trasporto in ospedale, onde per cui i poliziotti lo hanno accopagnato in caserma per l'identificazione. Nel corso della nottata è emerso che il 22enne viaggiava su un’auto che aveva rubato qualche ora prima all’interno di una ditta del varesotto.
Preso atto dei gravi indizi di colpevolezza, gli agenti hanno proceduto al fermo d’indiziato di delitto e pertanto il Sostituto Procuratore della Repubblica, dott.Giuseppe Pighi, ha disposto la custodia in carcere del giovane bulgaro che, durante le operazioni di registrazione presso la Casa circondariale di Verona Montorio, ha mostrato tutta la sua indole iraconda malmenando gli agenti di polizia penitenziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle corsa nella nebbia a bordo di un'auto rubata: 22enne fermato in autostrada

VeronaSera è in caricamento