rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Fisioterapia: attenti ai falsi professionisti

Troppi i fisioterapisti a non avere una preparazione professionale

Nel mondo sanitario molte sono le figure professionali per la cura e il benessere della persona, ma le persone si rivolgono a soggetti che il più delle volte non hanno una preparazione o una figura professionale al fine di poter svolgere quelle mansioni terapeutiche.


Bisogna tenere conto dei dati allarmanti circa l’esercizio abusivo della professione fisioterapica. Si stima infatti che in Italia vi siano 100mila fisioterapisti fasulli. Per questo ribadiamo che la figura professionale del fisioterapista è stata istituita per Legge al fine di tutelare la salute dei cittadini con il D.M. 741 del 1994; che secondo la Legge il fisioterapista è “ l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante”; che ogni forma di abusivismo professionale in campo sanitario, oltre ad essere penalmente e civilmente perseguibile, lede i principi etici di beneficità, di non maleficità e del consenso libero e informato, ai quali ogni paziente ha diritto: che tale figura è soggetta al rispetto di un codice deontologico risultante da una pluriennale esperienza clinica e assistenziale, riconosciuto dal Tribunale del malato e patrimonio delle professioni sanitarie tutte e, come tale, garanzia di qualità, serietà, e uniformità delle prestazioni erogate. Ed è per questo che il Ceft (Comitato Etico Fisioterapisti), a tutela di tutti gli utenti, richiama la massima attenzione da parte delle organizzazioni dei consumatori, degli organismi preposti al controllo dell’esercizio delle professioni, nonché degli stessi mezzi d’informazione, al fine di tutelare la salute dei cittadini e la qualità delle prestazioni sanitarie erogate dai fisioterapisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisioterapia: attenti ai falsi professionisti

VeronaSera è in caricamento