Avesa, finti tecnici di Agsm. Municipale sul posto per verifiche e controlli

Per entrare nelle case usano la scusa di dover restituire soldi che i cittadini hanno pagato in più nelle bollette. Vigili urbani e Agsm chiedono di fare molta attenzione

La Polizia Municipale di Verona e Agsm hanno ricevuto alcune segnalazioni relative a falsi tecnici che questa mattina, 13 febbraio, hanno tentato di introdursi nelle case in zona Avesa. Il pretesto usato è stato quello di restituire dei soldi pagati in più dai cittadini nelle loro bollette.

Le persone contattate non si sono lasciate raggirare e non hanno dato credito alle parole dei sedicenti tecnici. Una pattuglia della Municipale si è anche recata in zona per verifiche e controlli, senza però individuare nessuno.

Polizia Municipale ed Agsm ricordano ai cittadini di prestare particolare attenzione a tutte le persone che cerchino di introdursi nelle abitazioni utilizzando pretesti più o meno credibili, segnalando i casi sospetti alle forze dell'ordine e ai gestori dei servizi per permettere verifiche ed interventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento