Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Via Tommaso Campanella

Fermato, fa finta di ingoiare la cocaina che ha in mano ma i carabinieri non ci cascano

Lo hanno notato mentre confabulava con un connazionale e si sono avvicinati per identificarli: non appena però i due hanno gli uomini dell'Arma, uno di loro ha portato la mano alla bocca, simulando poi dei conati di vomito

Ha cercato di farla franca con una piccola "recita" ma purtroppo per lui i carabinieri hanno intuito subito di cosa si trattava e lo hanno tratto in arresto. 
Nella serata di giovedì, un marocchino si trovava in compagnia di un connazionale in via Tommaso Campanella quando è stato avvistato da una pattuglia di militari. Quest'ultima si è avvicinata ai due per identificarli e uno di loro ha portato la mano alla bocca per ingoiare lo stupefacente che aveva con sé, simulando conati di vomito e chiedendo un bicchiere d'acqua. Ma il carabinieri si è subito accorto dello stratagemma messo in atto, notando che l'uomo, fallito il tentativo di mandare giù la droga, l'aveva rimessa nella tasca dei pantaloni, dalla quale è stata immediatamente recuperata. A quel punto allora è scattata anche la perquisizione dell'auto, dove è stata recuperata un'altra dose di cocaina e un'agenda con sopra annotati nomi di persone in corrispondenza di alcune cifre. Intanto l'altro soggetto confermava agli uomini dell'Arma di rivolgersi da tempo da quel pusher per acquistare la cocaina, in questo caso si trattava di una dose del valore di 50 euro. 
Il controllo poi si è spostato nella casa dello spacciatore, dove è stato rinvenuto un involucro contenente altri 11 grammi di coca nella tasca di un paio di jeans che si trovano nell'armadio, un bilancino di precisione nel cassetto del tavolo della cucina, 4 dosi di hashish (81 grammi in tutto) tra i vestiti della camera dei bambini e 2805 euro avvolti in una coperta. Il marocchino, che alle spalle aveva precedenti specifici oltre a quelli per furto e ricettazione, è stato tratto in arresto con l'accusa di spaccio e detenzione di droga. 

Comparso davanti al giudice che ne ha convalidato l'arresto, H.F, classe 1973, è stato condannato ad una pena di 10 mesi e 1000 euro di multa prima di essere rimesso in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato, fa finta di ingoiare la cocaina che ha in mano ma i carabinieri non ci cascano

VeronaSera è in caricamento