menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finestrini in frantumi e furti su auto in zona Stadio: pluripregiudicato denunciato

Un cittadino ha segnalato il furto della borsa della moglie e seguito il malvivente, permettendo così alla Volante della polizia di intercettarlo e di recuperare la refurtiva in suo possesso

La collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine ha dato un'altra volta i suoi frutti. I controlli della Polizia di Stato, finalizzati a contrastare gli atti di danneggiamento ai danni di autovetture, ultimamente spesso prese di mira da ladri senza scrupoli o da semplici vandali, sono stati messi sulla giusta pista da una segnalazione, che ha permesso di denunciare a piede libero per i reati di furto aggravato e continuato il veronese D. A., pluripregiudicato per reati contro il patrimonio.

Erano le 13 del 1° novembre quando un equipaggio di Volante è intervenuto in zona Stadio, dove il cittadino che aveva avvisato le forze dell'ordine stava seguendo un malvivente, che diverse ore prima si era reso responsabile del furto della borsa della moglie, sistemata all'interno dell'auto di questa. Già noto alle forze di polizia per i suoi precedenti, una volta intercettato il pregiudicato è stato invitato a svuotare le tasche, contando anche lo stato di agitazione nato in lui alla vista della Volante. Dal giubbino D.A. inizialmente ha estratto solamente un pacchetto di sigarette, cercando di evitare di mostrare il contenuto dell'altra tasca, dove era ben visibile la presenza di un involucro che poi gli agenti scopriranno contenere una patente di guida, tre tessere sanitarie e tre carte bancomat, tutte intestate alla moglie del cittadino che poco prima aveva richiesto l’intervento di Polizia. La perquisizione personale inoltre ha portato alla luce una punta di trapano lunga 15 centimetri, utilizzata per infrangere i vetri delle auto dei malcapitati di turno. Messo alle strette poi, D.A. non solo ha ammesso il furto della borsa lasciata nell’auto, ma ha anche confessato di aver rubato da un'altra vettura parcheggiata in zona Stadio un cellulare, dopo aver mandato in frantumi il vetro. Per entrambi i colpi avrebbe utilizzat la punta di trapano sequestrata, che era stata acquistata pochi giorni prima. 
Recuperato anche il cellulare presso l’abitazione del pluripregiudicato, lo stesso, come concordato con il PM di turno, è stato rimesso in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento