Qualità dell'aria, rientra l'allerta arancio. Le stufe si possono riaccendere

L'amministrazione comunale non smette comunque di consigliare ai cittadini di mantenere stili di vita e comportamenti rispettosi dell'ambiente

È rientrata l'allerta arancio per lo sforamento continuo del limite di Pm10 nell'aria di Verona. Termina dunque con oggi, 5 febbraio, il divieto di utilizzo impianti alimentati a legna o a pellet.

L'ultimo bollettino di Arpav ha rilevato un miglioramento della qualità dell’aria. Le concentrazioni di polveri sottili a Verona negli ultimi giorni sono state mediamente comprese tra i 15 e i 22 nanogrammi per metro cubo d'aria, quando il limite è di 50 nanogrammi.

L'amministrazione comunale non smette di consigliare ai cittadini di mantenere stili di vita e comportamenti rispettosi dell'ambiente, ricordando ad esempio di mantenere il riscaldamento domestico tra i 19 e i 20 gradi centigradi e di utilizzare il meno possibile l'auto privata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

Torna su
VeronaSera è in caricamento