rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Finanziere in manette accusato di concussione

Avrebbe indotto un privato a consegnare una somma di denaro ad un altro soggetto

Un finanziere in servizio al comando provinciale delle Fiamme gialle di Verona è stato arrestato con l’accusa di concussione. È stata la stessa Guardia di Finanza scaligera a eseguire l’ordinanza di arresti domiciliari nei confronti del proprio appartenente, sospeso dal servizio, dandone poi notizia in un comunicato nel quale si precisa che si tratta di "fatti non inerenti l’attività di servizio".

Secondo l’accusa, il finanziere, abusando delle proprie qualifiche, avrebbe indotto un privato a consegnare indebitamente una modesta somma di denaro ad un altro soggetto quale risarcimento per l’interruzione di un rapporto di collaborazione tra i due. Inoltre, il militare avrebbe spinto un commerciante a emettere una fattura per operazioni inesistenti a favore di un terzo soggetto che, per la medesima cifra, avrebbe dovuto offrire la propria sponsorizzazio neall’associazione sportiva senza scopo di lucro gestita dallo stesso finanziere.

L’indagine è partita dalla segnalazione che una vittima della concussione ha fatto direttamente alla Guardia di finanza veronese. Il comandante provinciale, colonnello Michele Pisani, ha espresso soddisfazione "per la circostanza che la Procura di Verona abbia delegato le indagini, comprese le intercettazioni telefoniche e ambientali, al nostro comando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziere in manette accusato di concussione

VeronaSera è in caricamento