Finalmente Bacanal, tra novit e divieti

Quest'anno si sfila anche dopo il tramonto, ma gli scherzi sono vietati

Finalmente Bacanal, tra novit e divieti
Gnocchi e sfilata dei carri, come da tradizione. Un venerdì Gnocolar baciato dal sole, arrivato all’edizione numero 480. Questa mattina il sindaco Tosi e l’assessore alla Cultura Erminia Perbellini hanno salutato le maschere tradizionali del carnevale veronese, prima dell’inizio della sfilata.

“L’entusiasmo per il carnevale cresce ogni anno, almeno ogni due anni nascono delle nuove maschere nei paesi della provincia - ha dichiarato Paolo Campostrini il vicepresidente del Coordinamento dei Comitati Carnevaleschi - che vanno ad infoltire il numero di gruppi del nostro coordinamento siamo come una grande famiglia. Ora siamo arrivati a 80 gruppi che sfilano ogni anno”.

Come grande novità di quest’anno i carri illuminati anche dopo il tramonto. “Facendoli sfilare dopo le maschere, abbiamo dato modo di poter sfruttare al meglio le ore di buio sfruttando la bellezza dell'illuminazione –ha spiegato il responsabile dei carri Davide Salvoro- Quest’anno il livello dei carri si è alzato per numero di partecipanti e anche di qualità”. Tanti sono i temi trattati: attualità politica con il tanto chiacchierato carro su Obama, ma anche quelli sulla crisi economica e sull’avanzare dell’economia cinese, senza dimenticare il carro sull’amore cercato disperatamente online. C’è stato tempo anche per l'evasione fantastica della fiaba con alcuni immortali protagonisti delle più amate favole dei bambini, come Pinocchio e i suoi “zero in condotta”.

Un carnevale che ha assecondato tutte le aspettative, meno quelle dei più giovani. Come negli anni scorsi, inoltre, è in vigore l'ordinanza che vieta, dalle 9 alle 20 nelle zone interessate dalle manifestazioni carnevalesche, l'utilizzo di prodotti schiumogeni, fatta eccezione dei soli coriandoli e stelle filanti, anche spray. “È un divieto giusto, i nostri sono dei costumi elaborati -hanno detto le maschere- Questa è una festa della nostra tradizione, la schiuma non fa altro che danneggiare i costumi. È anche una questione di educazione: bisogna far capire ai più giovani che ci sono anche modi più genuini di divertirsi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento