Passi in avanti per il filobus, scelti i mezzi che circoleranno in città: saranno svizzeri

Dopo il fallimento dell'azienda olandese Apts, la Carrosserie Hess di Zurigo è stata scelta come nuova azienda fornitrice dei veicoli che attraverseranno Verona, i quali saranno completamente elettrici

La commissione consiliare mobilità che si è riunita giovedì ha indicato la nuova azienda che sarà incaricata di fornire i mezzi per la linea filobus che attraverserà Verona: si tratta della Carrosserie Hess di Bellach, presso Solothurn, i cui prodotti sono già in funzione a Lucerna e Zurigo. Lo hanno riferito al termine dell'incontro Francesco Spargaro e il direttore generale di Amt, Carlo Alberto Voi. 
Rispetto alla ditta olandese Apts, a cui inizialmente era stato affidato questo compito prima che fallisse, i mezzi della Hess saranno interamente ad alimentazione elettrica: nei 4 chilometri non elettrificati non utilizzeranno quindi il diesel, ma bensì un batteria. I filobus svizzeri non avranno però il sistema di accostamento automatico alla banchina, in quanto si tratta di un brevetto dell'azienda olandese. Il costo dei 37 veicoli necessari per coprire i percorsi che dallo Stadio arrivano a San Michele e che da Ca' di Cozzi giungono in Borgo Roma sarà di circa 40 milioni di euro. Si attende però un via libera dal comitato tecnico ministeriale per aumentarne la lunghezza da 24 a 18 metri, come riporta il quotidiano L'Arena. 
"Tocca ora al ministero e alla Motorizzazione civile - dice l'ingegner Voi al giornalista del quotidiano veronese - approvare il progetto definitivo con la possibilità di utilizzare queste soluzioni. Dal nostro punto di vista rappresenterebbero un grosso salto di qualità, con un miglioramento dal punto di vista della capacità di trasporto e ambientale. Le prospettive, anche per avere la deroga che ci consentirebbe di utilizzare vetture di 24 metri sono favorevoli, inoltre i costi gestionali resterebbero invariati". 
La commissione inoltre ha iniziato ad analizzare anche la questione delle corsie preferenziali, sempre come riportato dal quotidiano L'Arena, che verranno delimitate da un'opportuna segnaletica orizzontale e dall'asfalto rumoroso che separa la corsie d'emergenza dalle altre in autostrada. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Morta tra le fiamme in auto dopo lo scontro: si indaga sulla dinamica

Torna su
VeronaSera è in caricamento