rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Filobus e trasporti, intesa tra Comune e Provincia

Il sindaco Tosi: "Manca solo il passaggio al Cipe", Miozzi: "Ora la citt a un sistema di mobilit"

Il sindaco Flavio Tosi e il presidente della Provincia Giovanni Miozzi hanno siglato stamattina il Protocollo di intesa tra il Comune e la Provincia per la realizzazione del nuovo sistema di trasporto pubblico di massa. Erano presenti gli assessori alla Mobilità Enrico Corsi e agli Enti partecipati Enrico Toffali, i direttori generali di Atv Stefano Zaninelli e di Amt Carlo Alberto Voi.

“Esprimo la piena soddisfazione dell’amministrazione comunale per essere arrivati quasi al termine di questo iter – ha dichiarato Tosi - un percorso lungo e complesso alla fine del quale siamo riusciti a ottenere un ribasso d’asta del 17 per cento, risultato importante che aumenta la sostenibilità dell’opera. Il prossimo passo fondamentale sarà il via definitivo del Cipe al finanziamento statale. Ci è già stato assicurato che nell’arco di qualche settimana verrà ratificato quanto è stato accordato dai ministeri competenti, dopodiché sarà possibile dare il via all’appalto definitivo del filobus”.

“Condivido la soddisfazione espressa dal Sindaco Tosi – ha affermato Miozzi – per il lavoro portato avanti insieme e l’obiettivo comune raggiunto. Finalmente Verona dopo tanto tempo avrà un sistema di trasporto di massa che potrà in futuro essere sviluppato nei Comuni della cintura e, successivamente, in quelli più lontani. Il filobus non solo consentirà risparmi cospicui ma anche garantirà un servizio migliore che gli utenti potranno verificare in prima persona”.

E' l'assessore alla Mobilità Enrico Corsi a entrare nei dettagli: “Entrambi gli Enti - ha spiegato - hanno espresso la volontà di eliminare le sovrapposizioni fra le linee urbane ed extraurbane, che verranno individuate da una commissione tecnica che a breve inizierà a lavorare. Questa scelta ci permetterà di ridurre sia il traffico in città che l’inquinamento, oltre ad un risparmio in termini di costi, risorse che saranno reinvestite in parte per la sostenibilità del progetto e, se possibile, in parte per migliorare il servizio extraurbano. Il Protocollo prevede che venga condiviso il deposito unico dei mezzi alla Genovesa, con un’ulteriore razionalizzazione delle spese di gestione, e che i costi per la realizzazione e la gestione della filovia urbana rimangano a esclusivo carico del Comune, comprese eventuali perdite o avanzi positivi. Ricordo che dopo l’aggiudicazione definitiva, e i 30 giorni per la stipula del contratto, il filobus dovrà essere realizzato entro mille giorni”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filobus e trasporti, intesa tra Comune e Provincia

VeronaSera è in caricamento