menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Fieracavalli, traffico intenso e pioggia di sanzioni: il bilancio della Municipale

Nel corso del weekend in cui si è tenuta la 118° edizione del salone dedicato al mondo equestre, che ha visto impegnato a pieno regime il personale del comando di via del Pontiere, mettendo anche a dura prova il piano di viabilità

Sono state 900 le violazioni per sosta irregolare accertate, 80 i veicoli rimossi, cinque i permessi disabili utilizzati irregolarmente, cinque i bagarini individuati e 10 i biglietti d'ingresso sequestrati. Sono questi in sintesi i numeri dell'attività sanzionatoria della Polizia municipale nei quattro giorni di Fieracavalli.
"Si è trattato del primo test sulla nuova viabilità - commenta il Vicecomandante Lorenzo Grella - che è davvero stata messa sotto pressione dalla quantità di veicoli arrivati i città. Il piano della viabilità che avevamo predisposto ha retto, che non significa però che non vi siano state conseguenze o rallentamenti".
Le centraline di monitoraggio del traffico hanno rilevato un aumento generale del 30-35 per cento del traffico in ingresso in città sulla direttrice viale delle Nazioni-viale del Lavoro, con una fascia oraria particolarmente critica tra le 9 e le 11.30. In termini assoluti si tratta di un aumento del traffico di circa 20mila veicoli al giorno, se paragonato ai giorni precedenti, peraltro concentrato in alcune fasce orarie della giornata e non distribuito nell'arco delle 24 ore.
I maggiori disagi si sono registrati nella mattinata di venerdì, con la Zai pienamente operativa, gli uffici aperti e il traffico pesante in circolazione, e nella giornata di sabato, quando il tasso di occupazione delle corsie di marcia in entrambe le direzioni (in particolari sui rami di ingresso della nuova rotatoria viale del Lavoro - viale dell’Industria) ha superato il 50 per cento, a dimostrazione della quantità di veicoli presenti per la somma del traffico ordinario oltre a quello dei visitatori di Fieracavalli.
La domenica, con aziende, uffici e scuole chiuse, le centraline hanno registrato un aumento del traffico paragonabile a quello del sabato, ma con minore congestione. Le conseguenze sul nodo principale viale del Lavoro - viale dell’Industria non si sono comunque fatte attendere.
Proprio per la necessità di gestire questo numero straordinario di veicoli tutti gli agenti in servizio, circa 80 al giorno, sono stati dislocati nelle aree a maggior priorità come quelle di accesso ai parcheggi e via Scopoli. Al termine delle esigenze viabilistiche hanno potuto dedicarsi al controllo delle soste irregolari.
"Nella maggior parte dei casi - aggiunge Grella - la nuova viabilità lungo la direttrice viale delle Nazioni-viale del Lavoro non ha risentito dell'assenza del semaforo all'incrocio con viale dell'Industria, dove la rotonda agevola le svolte a sinistra, che normalmente creano pericolo di incidenti e rallentamenti. Le rotonde tendono però a non esprimere appieno le loro potenzialità quando il volume di traffico supera i 2000 veicoli l'ora circa".
Data la quantità di veicoli in circolazione anche i piccoli imprevisti, come un’auto ferma per richiedere informazioni o un'indecisione nelle manovre, hanno creato ulteriori rallentamenti.
Tutti i parcheggi della zona sono andati esauriti. Anche il Cattolica Center (ex sede Autogerma di via Germania) è stato discretamente utilizzato, con la presenza di 350-400 veicoli ogni giorno.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento