rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

"Fiera senza parcheggi, residenti in allarme"

Il Pd in Provincia contesta il piano di Riello:A rischio i quartieri limitrofi"

Un piano industriale ambizioso, quello della Fiera: creare tre zone di ingresso autonome all'enorme area dei padiglioni che consentano di svolgere più rassegne fieristiche in contemporanea. Ma per qualcuno il presidente di Veronafiere Ettore Riello si è dimenticato di qualcosa. “E’ stupefacente leggere che la questione parcheggi e viabilità è fuori dal piano industriale. Come dire che ai miei interessi penso io, il resto si vedrà”: Lo dice il consigliere provinciale del Pd Vincenzo D’Arienzo. “Sono d’accordo con lo sviluppo della fiera, è un bene per tutti - ha aggiunto il consigliere -. Ma quel piano prosegue le azioni contro i quartieri circostanti. Sono previsti sei nuovi eventi fieristici, tre nuovi ingressi e più fiere in contemporanea. Per una volta bisogna capovolgere il tema: prima si pensa ai residenti e poi all’economia”.


Il piano industriale della Fiera prevede un padiglione ed un ingresso su via Roveggia. “Questo comporterà il blocco di qualsiasi attività alle Golosine durante le manifestazioni - spiega D’Arienzo -. E quando ci saranno più fiere in contemporanea, la situazione per i residenti sarà invivibile. Oltre a questo si aggiunge il problema di Borgo Roma: le riprecussioni saranno pesantissime su una situazione già satura”. Il presidente della quinta Circoscrizione Fabio Venturi non la pensa così: “Fiera e Comune si confrontano spesso su questi problemi per cercare soluzioni condivise. I provvedimenti maggiori li prende poi l’amministrazione, ma non dimentichiamoci che nel piano industriale dell’anno scorso non c’era l’acquisizione dell’area del Polo Finanziario per farne dei parcheggi. La sensibilità a questi problemi quindi è ampliamente dimostrata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fiera senza parcheggi, residenti in allarme"

VeronaSera è in caricamento