Ferroli, un buona notizia. La cassa integrazione è stata prorogata di un anno

Primo accordo tra sindacati e azienda, che nel mese di settembre si confronteranno a lungo soprattutto sui 600 esuberi previsti dal nuovo piano industriale

Prorogata per un anno la cassa integrazione straordinaria per i lavoratori del gruppo Ferroli. Un primo passo importante, compiuto giovedì 1 settembre, attraverso un'accordo siglato dalla ditta e dai sindacati. Un accordo che al momento tampona una situazione critica ed evita i licenziamenti. Ma dei 600 esuberi previsti dal piano industriale della Ferroli si dovrà discutere in questo mese, con incontri in Regione e a Roma.

Luca Mori della Fim Cisl ha spiegato al Corriere di Verona che il problema più urgente, quella della cassa integrazione in scadenza a novembre, è stato risolto e che ora c'è un anno per affrontare tutti i punti in cui azienda e lavoratori sono in disaccordo come ad esempio la chiusura della fonderia di San Bonifacio, che i sindacati vorrebbero evitare.

Il problema più grosso rimane quello degli esuberi. 600 per i rappresentanti dei lavoratori sono troppi e ci si dovrà confrontare per evitarne il più possibile. 

Intanto, però, con l'accordo di giovedì scorso, la ditta ha fatto un primo passo avanti verso i propri dipendenti. Sarà infatti l'azienda ad anticipare la cassa integrazione. E tra i contenuti dell'accordo c'è anche l'apertura alla mobilità volontaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Lutto nella Polizia di Stato: si è spento a 58 anni il commissario Rasi

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Previste quasi 9.500 assunzioni nel Veronese in questo mese di gennaio

Torna su
VeronaSera è in caricamento