Fermato a Porta Nuova sul treno in partenza per Bolzano: ha tre etti di marijuana

Il suo comportamento ha attirato l'attenzione degli agenti Polfer in borghese che stavano controllando lo scalo ferroviario di Verona e che l'hanno seguito senza farsi notare

Controlli alla stazione di Verona Porta Nuova

Gli agenti del settore di Polizia Giudiziaria della Polfer, nel corso della consueta attività di controllo alla stazione di Porta Nuova, a Verona, hanno notato un 27enne di origine nigeriana, con con fare circospetto si è diretto verso il treno che conduceva a Verona. 

Il suo comportamento è apparso ambiguo ai poliziotti in borghese, impegnati in quel momento proprio in un servizio volto proprio a prevenire il consumo e la vendita di droga che, dopo averlo seguito senza essere notati, lo hanno bloccato in una carrozza del treno ancora fermo in stazione: l'ispezione del borsello che ne è seguita, ha permesso di rinvenire un involucro contenente tre etti di marijuana, che secondo le forze dell'ordine venduta al dettaglio avrebbe fruttato circa 2100 euro. 

Il cittadino straniero, residente in provincia di Brescia, è stato tratto in arresto e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria: al processo dovrà rispondere di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 4 all'8 dicembre 2020

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento