menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermato con la droga al parco, mente sulla propria identità e viene arrestato

La pattuglia lo ha visto mentre cercava di defilarsi, così lo ha fermato per un controllo trovandolo in possesso di hashish: lui allora ha dato nome e cognome falsi, nel tentativo di evitare possibili conseguenze

Trovato in possesso di droga, ha anche fornito delle generalità false ai carabinieri, che lo hanno arrestato in flagranza. 
Nel primo pomeriggio di martedì una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Legnago, stava effettuando un controllo nei pressi del parco comunale, quando ha notato un giovane nordafricano che, isolato, sembrava volersi defilare dalla vista dei militari. Questi allora hanno deciso di fermarlo e, nel corso della successiva perquisizione, hanno trovato il ragazzo, un marocchino di 22 anni senza fissa dimora, in possesso di un frammento di hashish.
Il giovane, a quel punto, ha cercato di evitare ulteriori conseguenze fornendo nome e cognome falsi, venendo però scoperto dagli uomini dell'Arma, che hanno appurato le sue reali generalità e poi arrestato. 

Dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, il nordafricano è stato condotto mercoledì mattina davanti al tribunale di Verona che, dopo aver convalidato il provvedimento, lo ha condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con pena sospesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento