Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca Via Antonio Pelacane

Ferito alla testa da uno sparo: le indagini passano nelle mani dei Ris

Si attende l'autorizzazione della procura pre procedere all'esame "stub", che permette di evidenziare la presenza di polvere da sparo, su entrambi gli uomini, così da far ulteriore luce sulla vicenda

Proseguono le indagini riguardanti il colpo di pistola che haraggiunto alla testa Stefano Belloni, 49 anni e residente a Lugagnano. L'episodio è avvenuto giovedì mattina, mentre l'uomo si trovava a casa dell'amico Gianluca Mazzi. 

Il prossimo passo degli inquirenti sarà quello di effettuare lo "stub", il test che permette di evidenziare la presenza di polvere da sparo, su entrambi gli uomini, per il quale si sta attendendo l'autorizzazione da parte della procura. 

L'esito di questo test è fondamentale per gli uomini dell'arma. Esso infatti dovrebbe permettere di fare chiarezza sulla faccenda, escludendo o meno l'ipotesi dell'omicidio e inidirizzando eventualmente i carabinieri sulla pista del tragico incidente o del gesto estremo. Le analisi in questione dovrebbero essere affidate ai Ris di Parma. 

Belloni era andato a trovare Gianluca Mazzi, in via Pelacane 30, dopo diverso tempo che i due non si vedeva. Mazzi ad un certo punto avrebbe lasciato solo il suo ospite per andare a cambiarsi e mettere sotto carica il cellulare e proprio in quel momento sarebbe partito il colpo dall'arma. 

Non si sa ancora quindi cosa sia effettivamente successo. I militari dell'ara intanto hanno sentito anche i parenti dell'uomo per capire meglio la sua situazione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferito alla testa da uno sparo: le indagini passano nelle mani dei Ris

VeronaSera è in caricamento