rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

"Fenomeno diffuso, fate attenzione"

Molte le segnalazioni ai carabinieri nell'ultimo periodo: "Rubano con metodi semplici ma efficaci"

Erano giunte segnalazioni da alcuni clienti di diverse banche di Verona. Non riuscivano ad ottenere il contante al bancomat nonostante la ricevuta riportasse l’importo erogato. I soldi, però, se li intascavano due ladri che apponevano una placca adesiva allo sportello in grado di trattenere le banconote. Ma il loro colpo alla Antonveneta di corso Porta Nuova, è stato l’ultimo di quella che i carabinieri sospettano essere una lunga fila di furti.

Un allarme era stato lanciato, poco tempo fa, alla Unicredit di piazza Simoni. Stesso problema, stesse lamentele dei correntisti. Il problema nasceva in tutte quelle banche che non avevano ancora provveduto ad installare il dispositivo antimanomissione agli sportelli. Più semplicemente una bocchetta per l’erogazione dei contanti più spessa, che non lasciava spazio ad eventuali placche posticce.


“Il consiglio- spiega il maggiore Filippo Melchiorre del Comando provinciale dei carabinieri- è sempre quello di drizzare le antenne mentre si preleva denaro. Per loro natura i bancomat sono luoghi sensibili, che attirano l’attenzione dei ladri in circolazione. In questo caso il marchingegno era piuttosto ‘rustico’ ma nondimeno efficace. Una lamina d’alluminio, lo scotch biadesivo e un cacciavite servivano allo scopo. Tutto ciò che riguarda lo sportello bancario necessita di attenzione: dalla difficoltà nel digitare il codice, alle banconote che non escono, alla struttura che traballa. In poche parole a tutto ciò insospettisce dal normale uso del servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fenomeno diffuso, fate attenzione"

VeronaSera è in caricamento