rotate-mobile
Cronaca

"Femme fatale" deruba il compagno di una notte

Bellissima e ingegnosa, la giovane che ha rapinato 20mila euro a un turista

Una "femme fatale" che potrebbe essere uscita da un film hollywoodiano con una delle più ammalianti dive per un colpo che ricorda le truffe del celebre cartone animato giapponese “Occhi di gatto”, celebre tra gli adolescenti degli anni Ottanta, in cui bellissime donne non avevano remore a far valere le proprie "grazie" per gli allocchi di turno da buggerare. Ma là si trattava di finzione. Qua è pura realtà.

Ammonta a 20mila euro il bottino estorto ai danni di un cittadino ungherese in visita a Verona, “colpevole” di aver ceduto alle moine di una giovane bionda e bellissima. Il colpo ha fruttato alla donna 20mila euro che scoperta è stata poi denunciata di furto pluriaggravato dalle Forze dell’ordine. Ed è stata proprio la situazione di ingenuità a mettere nei guai il truffato, che davanti al giudice Paola Vacca ha confessato di essere stato colto in fallo dall’avvenenza della biondissima ladra. Lei potrà quindi godere delle attenuanti generiche date dalla "dabbenaggine della parte offesa" e la pena, di conseguenza, le verrà decurtata.

Il caso cominciò cinque anni fa durante la serata di San Valentino: l’uomo aveva a disposizione molti soldi e tempo a disposizione e pensò di passare la serata con una signorina compiacente. Svegliatosi nella camera d’albergo dove aveva trascorso la notte con la “compagna”, l’uomo si è ritrovato solo e senza un soldo e l’unica mossa che poteva fare era tornare nel proprio Paese in attesa dello sviluppo delle indagini. Ieri a deporre davanti al giudice è stata una funzionaria della polizia che si occupò del caso e che rintracciò il modus operandi della truffa.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Femme fatale" deruba il compagno di una notte

VeronaSera è in caricamento