Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Zai / Viale delle Nazioni

Indossa la felpa in camerino e prova ad uscire senza pagare, ma finisce in manette

Il 26enne aveva anche rimosso la placca anti taccheggio del capo preso dagli scaffali del negozio Cisalfa, situato nel centro commerciale Adigeo a Verona, ma era tenuto sotto controllo dall'addetto alla vigilanza

Ha scelto una delle felpe esposte sugli scaffali, è entrato in uno dei camerini, ha rotto la placca antitaccheggio fissata sul capo d’abbigliamento, lo ha indossato e si è diretto verso l’uscita: il tutto pensando di non essere stato notato. È così che martedì sera si è messo nei guai un cittadino marocchino di 26 anni, finito in manette con l’accusa di tentato furto aggravato.

Bloccato intorno alle ore 20 dall’addetto alla sicurezza del negozio Cisalfa, situato nel centro commerciale Adigeo, l'uomo sarebbe stato notato non appena ha messo il piede nel punto vendita ed è stato tenuto sotto stretto controllo dal vigilante. Segnalato alla Polizia da un membro del personale addetto alle vendite, il 26enne è stato immediatamente arrestato dagli agenti delle Volanti intervenuti.

Con i poliziotti avrebbe poi mantenuto un atteggiamento ostile, manifestato sia a parole che a gesti e mantenuto non solo nel corso dell’intervento presso il centro commerciale, ma anche durante il tragitto e all'interno della Questura, così al cittadino straniero sono stati contestati anche i reati di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, ed è stato inoltre denunciato per oltraggio. 
All’esito del rito direttissimo che si è svolto in mercoledì mattina, il giudice ha convalidato l’arresto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indossa la felpa in camerino e prova ad uscire senza pagare, ma finisce in manette

VeronaSera è in caricamento