rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca San Martino Buon Albergo / Via XX Settembre

Incendio doloso a San Martino Buon Albergo, Felisi patteggia quattro anni

L'uomo avrebbe appiccato il rogo per distruggere la sua concessionaria ed intascare il rimborso dell'assicurazione, ma non è riuscito a contenere le fiamme che provocarono anche un'esplosione

Arrigo "Gilberto" Felisi continua a pagare per l'incendio che lui stesso ha appiccato il 18 settembre 2018 alla sua concessionaria New Felix Moto, in via XX Settembre a San Martino Buon Albergo. Nel giugno scorso era stato condannato per violenza privata e lesioni a otto mesi di reclusione e ad un risarcimento di duemila euro agli inquilini a cui aveva affittato un appartemento e che sono rimasti coinvolti nel rogo che Felisi non è riuscito a contenere. Ieri, 17 settembre, come riportato da L'Arena, Felisi ha patteggiato la pena di quattro anni e sei mesi per l'accusa di incendio doloso. Ma la vicenda giudiziaria non è ancora conclusa, perché separatamente al processo concluso ieri col patteggiamento, c'è anche l'accusa di frode assicurativa, imputata sempre a Felisi. L'uomo, infatti, avrebbe incendiato la New Felix Moto per incassare il rimborso dell'assicurazione. Il suo piano, però, è stato scoperto, una volta identificato in lui l'autore dell'incendio, grazie alle testimonianze, alle immagini delle telecamere e alle ustioni che lo stesso Felisi ha riportato. L'imputato dovrebbe aver pensato che le fiamme avrebbero distrutto solo la concessionaria e invece hanno provocato un'esplosione che ha reso completamente inagibile tutto l'immobile in cui si trovava la New Felix Moto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio doloso a San Martino Buon Albergo, Felisi patteggia quattro anni

VeronaSera è in caricamento