Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Favorivano l'immigrazione clandestina verso la Germania attraverso Verona

Una banda è stata scoperta dalla polizia di Como e sono scattati i primi arresti. Nel capoluogo scaligero, i migranti venivano fatti salire su treni merci diretti verso l'Europa del nord

(Foto di repertorio)

Verona e Gallarate. Sarebbero stati questi gli snodi ferroviari attraverso cui un gruppo criminale faceva passare migranti diretti verso l'Europa del nord. Il gruppo è stato scoperto dalle indagini della polizia di Como, passate poi per competenza alla direzione distrettuale antimafia. Attualmente sono finiti in carcere due uomini, un liberiano e un magrebino, altri due uomini sono ricercati e altri due indagati a piede libero. L'accusa è favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Dopo i primi due arresti, avvenuti martedì 11 dicembre, l'operazione è stata resa nota ed è riportata su Qui Como. Tutto è partito dalla denuncia di un cittadino del Gambia, un anno fa. L'uomo ha raccontato di aver pagato 150 euro un suo connazionale per un viaggio illegale verso la Germania. Il viaggio è partito da Como ed è passato per Milano-Lambrate e Verona. Nella stazione scaligera, i migranti sono stati fatti salire sul vagone di un treno merci attraverso un taglio praticato sul telone. Il treno merci è arrivato fino al confine tra Austria e Germania, dove i migranti sono stati scoperti e rimandati in Italia.

Il viaggio raccontato dal cittadino del Gambia sarebbe solo uno dei tanti organizzati dalla banda criminale, che non si curava delle condizioni di salute dei migranti o della sicurezza ferroviaria. I viaggi si svolgevano di notte e il freddo entrava nei vagoni attraverso i tagli sui teloni. E in un caso il telone si è proprio staccato dal vagone, finendo sui binari e creando un potenziale pericolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favorivano l'immigrazione clandestina verso la Germania attraverso Verona

VeronaSera è in caricamento