Cronaca Valverde / Piazza Renato Simoni

Consegnati agli enti assistenziali i medicinali raccolti per i più bisognosi

Gli oltre 10mila farmaci raccolti nella giornata del 13 febbraio, per un valore si quasi 50mila euro, aiuteranno le 21.641 persone in stato di disagio economico e sociale assistite dalle associazioni

Sono stati consegnati presso la sede di Federfarma Verona, in via Giberti 11, i 10.538 farmaci (+ 3,5 sul 2015) per un valore di quasi 50.000 euro raccolti dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus lo scorso 13 febbraio durante la Giornata di Raccolta del Farmaco 2016 grazie alla donazione dei cittadini veronesi.

A beneficiarne saranno i 30 enti assistenziali (tra gli altri, Associazione di Carità San Zeno, Gruppo Volontario Vincenziano, AIC Italia, Centro Accoglienza Minori, ecc...) convenzionati con il Banco Farmaceutico che a Verona assistono 21.641 persone in stato di disagio economico e sociale.

A livello veneto i farmaci raccolti sono stati 31.467 per un valore di 145.000 euro che saranno consegnati a 143 enti socio assistenziali, in tutta Italia le donazioni hanno raggiunto quota 353.603 corrispondenti a 1.568.552 euro.

Alla cerimonia di consegna sono intervenuti Matteo Vanzan, delegato Banco Farmaceutico-Verona e Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, Germano Montolli, responsabile Assofarm Veneto e Michele Lonardoni, responsabile Banco Farmaceutico per i rapporti con gli enti assistenziali convenzionati.

“Questa consegna – dichiara Matteo Vanzan, delegato Banco Farmaceutico -Verona – porta a compimento tutto il lavoro svolto per la Giornata di Raccolta del Farmaco. Grazie a questi medicinali possiamo permettere agli enti di essere al fianco di tantissime persone, in particolare famiglie e anziani, che a causa delle condizioni economiche non possono permettersi di acquistare farmaci per curarsi”.

"In 16 anni a Verona si è registrato un numero sempre crescente di farmacie aderenti alla Giornata di Raccolta del farmaco – dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. L’incremento delle farmacie, rispondendo adeguatamente all’aumento degli enti assistenziali richiedenti farmaci, ha permesso ad un numero sempre crescente di cittadini di poter donare almeno un farmaco alle persone in stato di povertà. Il risultato di questa catena di solidarietà è un numero sempre maggiore di farmaci raccolti. Di anno in anno ho cercato di usare aggettivi diversi per evidenziare la mia soddisfazione: orgoglioso, fiero, soddisfatto, appagato, incredulo. Per cui oggi mi trovo in difficoltà nell’evidenziare il grande risultato raggiunto ancora una volta e quindi, spontaneamente, mi sento di dire che sono “completamente soddisfatto’’. Grazie ai farmacisti, ai volontari e ai cittadini veronesi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegnati agli enti assistenziali i medicinali raccolti per i più bisognosi

VeronaSera è in caricamento